Home / Aegyo Sal / Aegyo Sal: Intervento, Rischi e Costi

Aegyo Sal: Intervento, Rischi e Costi

Da qualche anno esiste una nuova “moda chiurgica”. Essa è nata in Corea ed è chiamata Aegyo Sal. Scopriamo insieme di cosa si tratta!

Aegyo Sal

aegyo sal

Se per le donne occidentali le “borse” sotto agli occhi sono un difetto estetico per eccellenza da eliminare (o comunque da mascherare col trucco) in Corea si verifica il fenomeno opposto. Loro fanno di tutto per creare delle piccole pieghe in quella zona. C’è chi ci prova con il make up o addirittura chi si sottopone ad un intervento di chirurgia estetica chiamato “Aegyo Sal”. Questa definizione corrisponde a quella italiana: “sorriso dell’occhio”: questo perché secondo le donne coreane, la creazione di queste “borse” rende l’occhio più vivace ma anche affascinante, dando così al viso un aspetto più giovanile.

Come mai nei Paesi occidentali questo strato di pelle sotto l’occhio è visibile mentre in Oriente no? Chiaramente, la razza gioca un ruolo fondamentale in questo discorso: si parla di vere e proprie mutazioni genetiche avvenute più di 30.000 anni fa.
Secondo alcune leggende, gli asiatici-orientali, si sono evoluti in un ambiente freddo ed è per questo che presentano questi tratti. Questa teoria però è stata largamente smentita da una squadra di ricercatori: all’epoca quella zona era ancora calda e umida.
La risposta più plausibile sta nel fatto che nel corso degli anni, le varie razze umane hanno affrontato diverse situazioni (che possono andare dal clima a questioni di adattamento di vario tipo) modificando così parte del DNA. Non si sa con esattezza cosa c’è dietro alle origini della razza asiatica e soprattutto perché possiedono questi tratti visivi.
Fatto sta che molte persone orientali (in particolar modo le donne) si sentono insoddisfatti della propria estetica: molte di loro vorrebbero somigliare alla razza occidentale, soprattutto per quanto riguarda gli occhi.

Tutti possono sottoporsi ad un intervento di Aegyo Sal?      
Assolutamente no. Non è sufficiente l’intenzione di voler modificare questa parte del viso. Certo, l’aspetto psicologico è importante ma bisogna sempre tener conto dello stato di salute. Proprio per questo, il paziente che decide di sottoporsi ad un intervent odi Aegyo Sal deve prima effettuare dei controlli clinici che andranno innanzitutto a confermare il suo ottimo stato di salute ed allo stesso tempo si potranno rivelare alcuni dati fondamentali per l’operazione tipo l’elasticità della pelle oppure la quantità di tessuto adiposo presente nel corpo.

Intervento. Nonostante la procedura sia universale, può sempre variare in base alla persona. Generalmente, il medico segna le aree interessate, in modo tale da effettuare l’operazione in maniera precisa. Prima e dopo l’intervento vengono scattate diverse foto in modo che si potrà valutare in seguito i risultati ottenuti. Il paziente sarà sottoposto ad anestesia locale, ciò significa che egli non essere vigile durante l’intervento ma sarà in grado di riprendere coscienza al termine secondo dei tempi rapidi. Il tessuto adiposo che verrà inserito sotto agli occhi sarà prelevato da un’altra parte del corpo (che deciderà il dottore in base al caso specifico). Effettuando un’iniezione, egli preleverà la parte grassa in eccesso e andrà poi ad inserirla nella parte inferiore della zona oculare. Durante la prima fase dell’intervento viene solitamente effettuata un’iniezione nella zona da trattare, composta solitamente da epinefrina (una soluzione fisiologica che consentirà di ridurre il sanguinamento). L’intervento dura sulle due- tre ore circa ed offre sempre (salvo casi eccezionali) i risultati sperati.

Post intervento: Dato che il paziente è stato sottoposto ad anestesia locale, potrà abbandonare il giorno stesso la struttura ospedaliera e fare ritorno nella sua abitazione (possibilmente accompagnato da una persona fidata). Trattandosi di una zona del viso molto importante è bene fare molta attenzione nei giorni successivi all’intervento. Proprio per questo il medico consiglierà al paziente una serie di regole comportamentali che dovrà seguire nei primi giorni di convalescenza. Trascorsi almeno una decina giorni, egli potrà ritornare al suo solito stile di vita quotidiano. In questo periodo si raccomanda solitamente di:
– Non sforzare la vista e cercare di restare al riposo il più possibile
– Evitare dunque l’uso eccessivo di dispositivi elettronici: l’occhio stancandosi, potrebbe accusare un senso di gonfiore che andrebbe ad interferire con la zona operata
– Si consiglia vivamente di non guidare l’auto
– Non fumare e non assumere farmaci in quei giorni perché potrebbero causare dei piccoli danni al processo di guarigione
– Non esporsi per troppo tempo al sole in quanto potrebbero successivamente verificarsi delle infiammazioni o irritazioni nella zona operata
– Per sicurezza, non utilizzare le lenti a contatto per le prime due settimane
– Durante la notte, è preferibile dormire con il viso rivolto verso l’alto, in modo da evitare alcuni disturbi
– Non effettuare alcun tipo di sport per almeno un mese (come ad esempio calcio, pallacanestro o pallavolo) perché potrebbero verificarsi spiacevoli incidenti
– Mantenere una corretta igiene quotidiana dell’occhio facendo molta attenzione all’area operata

Controindicazioni:
Come è stato detto in precedenza, l’intervento di Aegyo Sal è uno dei più sicuri e la maggior parte delle persone che si sottopongono a questa procedura si dichiarano soddisfatte. Però, se non si rispettano le regole comportamentali o comunque se non ci si è affidati a dei dottori competenti, si corre comunque il rischio di andare incontro a delle spiacevoli conseguenze. Si tratta quasi sempre di piccole complicanze e dunque facilmente risolvibili come:
Irregolarità nelle zone operate: in rari casi potrebbero verificarsi delle pieghe cutanee
Emorragie: che possono essere dovute all’assunzione di farmaci
Dolori cutanei: se si verificano nei primi tempi è normale perché potrebbero essere dei sintomi dovuti all’operazione ma se persistono nel tempo è bene consultare il medico
– Infezioni (queste potranno essere curate grazie all’uso di antibiotici).

L’Aegyo Sal sta avendo un grandissimo successo non solo in Corea, ma anche in altri Paesi come Cina e Giappone ma non solo: sono tantissime le persone che si sottopongono a questo intervento pur non avendone bisogno!
Inoltre, negli ultimi due anni si stanno effettuando numerose ricerche su questo tipo di intervento: secondo alcuni esperti a breve si potrà assistere a nuovi metodi di Aegyo Sal, che non comporteranno più la procedura con incisione ma che consistono nell’assunzione di determinate sostanze che potrebbero sviluppare soltanto quella zona.

Vota l'articolo
[Totale: 1 Media: 1]

About Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *