Home / Thigh Gap / Thigh Gap: Intervento, Controindicazioni, Rimedi Naturali e Prezzi.

Thigh Gap: Intervento, Controindicazioni, Rimedi Naturali e Prezzi.

L’espressione thigh gap è composta da due termini inglesi: thigh che vuol dire coscia e gap che corrisponde a vuoto/spazio.

Thigh Gap

thigh gap

Essa dunque si riferisce allo spazio presente tra le cosce quando ci si mette in piedi con le ginocchia giunte. Se negli anni ’50 la donna veniva richiesta formosa, oggi non deve risultare soltanto in normopeso ma anche con le giuste regole tra cui quella del thigh gap.

Questa moda estetica però, non è facile da ottenere perché richiede tantissimo esercizio ed una dieta ferrea o in alcuni casi dei veri e propri interventi di chirurgia estetica.

Sono molti i sacrifici compiuti dalle donne per poter rientrare nei canoni estetici dettati dalle tendenze. E’ chiaro che attraverso un’alimentazione corretta e un costante esercizio fisico si ha modo di ottenere i risultati sperati ma non in sempre maniera omogenea, soprattutto se si tratta del thigh gap. Ci sono donne che hanno un certo tipo di predisposizione fisica che pur facendo numerosi sforzi, diventa impossibile ottenere questo spazio tra le cosce, portandole al fallimento dell’obiettivo che spesso può avere serie ripercussioni psicologiche. Questo aspetto non è affatto da sottovalutare perché quando una donna non si sente in sintonia con il proprio corpo e lo ripudia, può intraprendere un percorso di depressione che a sua volta causa altre malattie che hanno a che fare anche con il fisico come l’anoressia e la bulimia.

Ma per evitare questi possibili e futuri danni psicologici, si può semplicemente rimediare grazie alla chirurgia estetica, la quale sta facendo dei passi da gigante con il passare degli anni. Nel caso del thigh gap, si può effettuare un intervento non invasivo che prende il nome di “coolsculpting” o “criolipolisi” . In che cosa consiste? Esso permette di eliminare il tessuto adiposo presente nella zona interna della coscia, che andrà così a formare lo spazio desiderato. Però, prima di sottoporsi a questa procedura, la paziente dovrà effettuare una serie di esami clinici, in modo tale che possa essere attestato il suo ottimo stato di salute (e non solo, è importante anche quello mentale). Una volta che verrà confermata l’idoneità, si ha la possibilità di accedere all’operazione.
Il tutto avviene senza anestesia (tranne in casi particolari) ed è dunque un tipo di intervento day hospital. Esso consiste nel “congelamento” di questa porzione di tessuto adiposo che verrà eliminata dall’organismo in modo fisiologico.

Post intervento: Trattandosi di una procedura non invasiva non ci sarà bisogno di attenersi ad una lunga convalescenza. Nel giro di due- tre giorni si potranno riprendere le solite attività di routine, ma chiaramente è bene avere un certo riguardo. Infatti, il medico consiglierà alla paziente dei piccoli accorgimenti da rispettare nei primi giorni post operazione, come ad esempio evitare sforzi fisici e se è possibile non assumere farmaci in modo tale da non contrastare il processo di “guarigione”.

Possibili controindicazioni: l’intervento di thigh gap viene considerato uno dei più sicuri e non c’è dunque modo di preoccuparsi sull’esito. Quasi tutte le donne che si sottopongono a questa procedura si dichiarano pienamente soddisfatte. Ma se non ci si affida a persone competenti in materia, può verificarsi la remota possibilità di piccole complicazioni come ad esempio infezioni interne che potranno però essere curate tranquillamente con gli antibiotici (da assumere solo con il consenso del medico).

Costi: Ci sono casi in cui una seduta è sufficiente ma non sempre: generalmente il prezzo è di 800 euro (per ogni singolo intervento di thigh gap) ma la cifra può variare in base alla struttura a cui ci si rivolge o ad altri fattori. L’importante è scegliere sempre con cura a chi affidarsi, in modo tale da ottenere i risultati sperati.

Metodi alternativi all’intervento: Come è stato detto in precedenza, si può ricorrere all’operazione principalmente quando non si riesce a raggiungere l’obiettivo grazie allo sport e all’alimentazione.
Ecco alcuni consigli riguardo questi due metodi naturali!

1. Sport: E’ importante partire dalle basi ossia dalle semplici passeggiate. Quotidianamente, si consiglia di camminare almeno per mezz’ora a passo svelto. E’ bene preferire le scale all’ascensore e l’uso della bicicletta ai mezzi pubblici: questo perché pedalando si compie un esercizio di tipo aerobico.
Se invece si ha modo di praticare dei veri e propri sport, si consiglia in primo luogo il nuoto, il quale non coinvolge soltanto le gambe ma tutto il corpo e si possono ottenere ottimi risultati.
In alternativa, si può praticare pattinaggio, danza o jogging. Attraverso la corsa, non solo si va a tonificare la zona dell’interno coscia ma si ha anche modo di bruciare grassi.

Successivamente alla corsa si possono effettuare diversi esercizi di stretching o piegamenti che potranno essere benefici anche per i glutei (sul web si trovano tantissimi tutorial per questo tipo di allenamento).

2. Alimentazione: Questo fattore è fondamentale tanto quanto lo sport. E’ bene precisare che l’eccessivo tessuto adiposo che si forma in diverse zone del nostro corpo non è sempre causato da ciò che si mangia ma può essere una conseguenza della disidratazione. Bisogna dunque bere almeno 2 litri di acqua al giorno che andranno a stimolare l’organismo, portando allo stesso tempo numerosissimi benefici alla pelle, alle cellule, alla circolazione sanguigna e al sistema urinario.
Per quanto riguarda il cibo invece, bisogna prediligere sempre gli alimenti poveri di grassi e lasciare spazio a frutta e verdura. Evitare il consumo di carboidrati la sera e bandire le bibite gassate (come cola cola, sprite) e i succhi di frutta acquistati al supermercato perché sono ricchi di zuccheri: optare invece per dei frullati homemade (fatti in casa) che risulteranno molto più salutari.

E’ importante non esagerare né con la dieta né con lo sport, onde evitare eccessivi sforzi che il fisico non riuscirebbe a sopportare.

Infine, un altro metodo naturale che può aiutare a tonificare l’interno coscia (andando così a formare il thigh gap) è il drenaggio: esso può essere effettuato in diversi centri privati ma se non si ha la disponibilità economica si può optare per le docce fredde e l’uso di creme rassodanti: sono dei metodi casalinghi ma che possono comunque riscontrare una notevole efficacia dopo le prime settimane di trattamento.

Vota l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

About Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *