Home / Lifting Viso / Lifting Viso: Intervento, Controindicazioni, Prezzi e Costi.

Lifting Viso: Intervento, Controindicazioni, Prezzi e Costi.

Con il passare degli anni la pelle tende a subire una sorta di cedimento, perdendo gran parte della sua tonicità.

Una delle parti del corpo che subisce questo processo è sicuramente il viso, il quale è forse uno degli aspetti più fondamentali che caratterizza l’essere umano.

Lifting Viso

lifting viso

 

E’ un disagio che spesso può colpire anche dal punto di vista psicologico, portando all’annullamento della propria autostima. Nell’ultimo secolo però, la chirurgia estetica ha fatto passi da gigante e proprio per questo ha trovato diversi rimedi per tantissime zone del corpo, compreso il viso.

Attraverso il lifting, si possono effettuare diverse procedure che andranno a rassodare ed allo stesso tempo ringiovanire il viso di una persona. Il tutto è possibile grazie a due metodi:

  1. Lifting completo, il quale andrà a migliorare l’aspetto della cute e delle fasce muscolari dell’intero viso;
  2. Lifting parziale, che riguarda solo alcune zone specifiche del viso, quelle considerate dal paziente “cadenti”.

Anestesia Lifting Viso

Tipo di anestesia: C’è da premettere che fino a pochi anni fa il lifting del viso prevedeva l’anestesia generale: questo significa che il paziente doveva restare nella struttura ospedaliera per almeno tre – quattro giorni prima di poter fare ritorno nella sua abitazione.

Oggi la situazione è cambiata: non solo l’intervento ha una durata di tempo minore ma si può effettuare l’anestesia di tipo locale accompagnata da sedazione profonda.

Questo significa che il paziente oltre a non provare dolore (perché sarà in uno stato di incoscienza) durante l’intervento, avrà modo di riprendersi in tempi brevissimi, in modo tale che potrà lasciare l’ospedale soltanto alcune ore successive all’intervento.

Questa innovazione ha molteplici aspetti positivi, anche perché consente all’individuo un miglior processo di guarigione.

Prima dell’intervento

Alcune cose da sapere prima dell’intervento: E’ importante che durante la visita che precede l’intervento, il medico sia informato su tutti i dettagli del paziente. Per rendere il tutto possibile, il soggetto che dovrà operarsi deve effettuare una serie di esami clinici dove viene certificato il suo ottimo stato di salute: ad esempio gli esami del sangue.

Ma non solo: è importante che il medico sia a conoscenza dello stato psicologico del paziente, in modo tale da comprendere cosa c’è dietro alla sua intenzione di operarsi e se dunque si tratta di un disagio reale o meno. Quest’ultimo aspetto è fondamentale: il medico oltre ad accertarsi della salute dell’individuo deve anche essere sicuro del suo stato mentale.

A questo punto si potrà procedere all’operazione senza dimenticare alcune accortezze: circa una settimana prima del lifting si consiglia di smettere di fumare, di assumere farmaci o alcolici, perché potrebbero compromettere l’esito dell’intervento.

Cosa succede durante l’operazione?

Il paziente si presenterà nella struttura ospedaliera a digiuno e verrà sottoposto (come è stato detto in precedenza) ad anestesia locale accompagnata da sedazione profonda.

L’intervento non consiste soltanto in un semplice “tiraggio” verso l’alto, ma anche in una sorta di “scollamento” della pelle, la quale andrà a riposizionarsi sulle nuove strutture che hanno subito il modellamento.

Al termine, il tutto viene richiuso grazie a delle suture (che saranno poi rimosse qualche giorno dopo l’intervento) e ad un successivo bendaggio.

Lifting Viso: Post Intervento

Post intervento: Il lifting del viso non va affatto preso alla leggera e proprio per questo nel momento in cui il paziente avrà la facoltà di abbandonare la clinica, il medico gli fornirà un foglio dove vengono indicate numerose regole comportamentali alle quali bisognerà attenersi: seguirle è indispensabile per poter riscontrare un ottimo processo di ripresa (anche a livello di tempi).

Se si accusa un forte senso di gonfiore o pesantezza, non c’è da preoccuparsi: è normale che nei primi giorni post intervento si percepiscano questi sintomi.

Dopo la rimozione delle suture il paziente si sentirà decisamente meglio ma ovviamente dovrà attendere ancora un po’ di tempo prima di poter riprendere il suo stile di vita.

La convalescenza dura circa due settimane ed in questi giorni l’individuo dovrà evitare tutti gli sforzi eccessivi che potrebbero causargli dei veri e propri disagi.  Il senso di gonfiore dei primi giorni potrà attenuarsi evitando di mettere a contatto il viso con il cuscino nelle ore notturne: si consiglia dunque di dormire con un paio di cuscini sotto la testa.

E’ importantissimo inoltre, evitare l’assunzione di farmaci (tranne nei casi in cui siano prescritti dal medico) perché potrebbero portare a delle controindicazioni.

Per diversi mesi, è preferibile evitare l’esposizione al sole (ed in particolar modo le lampade artificiali) che potrebbero causare seri danni al tessuto cutaneo.

Infine, nel caso delle donne, si consiglia di ricorrere sempre ad un make up di tipo ipoallergenico, per evitare ogni tipo di irritazione.

Quali possono essere le controindicazioni?

Il lifting facciale sta diventando sempre di più un intervento sicurissimo ed è difficile, quasi impossibile che si verifichino delle complicanze.

Ma come in ogni intervento, esse vanno precisate perché anche se la percentuale è minima, il paziente dev’essere sempre informato di ogni eventualità.

Tra gli eventi rari si potrebbe verificare una cattiva cicatrizzazione. Questo problema può essere dovuto o alla violazione delle regole comportamentali (e dunque l’assunzione di farmaci o sigarette durante i primi giorni post intervento), o ad un errore da parte del chirurgo.

Proprio per questo è importante scegliere con cura a chi affidarsi, per evitare spiacevoli conseguenze. In Italia esiste molta concorrenza in questo campo e non tutti possiedono grandi capacità. Bisogna diffidare da chi promette un buon lifting facciale a poco prezzo: spesso qualità è sinonimo di successo.

L’altra controindicazione che potrebbe presentarsi riguarda le infezioni: in tal caso sarà compito del medico prescrivere degli antibiotici che cureranno il tutto in tempi brevi.

E’ bene ricordare infine che per sottoporsi ad un intervento di questo tipo si deve disporre di reali cedimenti cutanei.

La maggior parte delle persone che si opera di lifting facciale si dichiara molto soddisfatta dei risultati, sia a livello estetico che psicologico: ci si sente più belli, più giovani e più in pace con sé stessi.

I risultati variano a seconda del soggetto e al tipo di pelle che egli possiede ed è importante sottolineare che questa operazione non rimuoverà le rughe ma riuscirà ad attenuarle in maniera notevole.

Vota l'articolo
[Totale: 1 Media: 5]

About Serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *